Spettacoli realizzati dal 1998 al 2007

2007 
semplicemente padre

semplicemente padre
Due le scelte operative adottate: l'uso della tecnologia dell'immagine e il ritmo del racconto giornalistico. A bbiamo pure ritenuto opportuno non farci coinvolgere dalla semplice e facilmente percorribile simbologia oleografica del "santino", dall'immagine edulcorata, di sicuro effetto, cercando invece di porre in cronologico e dialettico confronto le scelte dell'uomo Pavoni e il divenire della sua opera con i costumi e la struttura della società del suo tempo. 

di Bruno Frusca

Continua a leggere...

2007 
la balada de l'oio bù

la balada de l'oio bý
L'uomo, protagonista o testimone dei grandi e piccoli eventi della storia. Raccolti sull'aia di un antico cascinale alcuni girovaghi vanno raccontando attraverso il canto, i detti, i motti, le tradizioni, la storia dell'unificazione dell'Italia, la vita dei campi, il corso della vita nei primi anni del secolo scorso. 

di Bruno Frusca

Continua a leggere...

2006 
viaggio lungo un giorno dentro la notte

viaggio lungo un giorno dentro la notte
Diverse sono le linee di sviluppo drammatico predominanti: l'insoddisfazione che chiude i protagonisti nella spirale del ricordo e del rimpianto; il dissidio padre-figli, ricomposto solo in parte dallo sfogo di Tyron con Edmund, l'incontro-scontro tra i fratelli, che costituisce il momento più intenso del dramma, almeno sul piano psicologico e la desolante e disperante solitudine della madre. 

di Eugene O'Neill

Continua a leggere...

2006 
un ispettore in casa Birling

un ispettore in casa Birling
La narrazione è condotta seguendo gli schemi delle antiche tragedie greche, durante le quali gli avvenimenti più importanti non vengono vissuti direttamente sulla scena, ma raccontati dagli interpreti oppure dal coro. I toni a volte ironici, energici e lucidi della stringente logica inquirente, diventano il metronomo che scandisce il divenire della vicenda, fino quasi a riempire i tasselli mancanti del complicato puzzle... 

di John Boynton Priestley

Continua a leggere...

2005 
Arnaldo da Brescia

Arnaldo da Brescia
Il proposito non è quello di presentare un'opera storica, un trattato di filosofia o di teologia. Giá altri, con più accertata competenza nelle discipline accennate, hanno ampiamente contribuito ad arricchire la conoscenza del personaggio "Arnaldo da Brescia". Per quanto ci riguarda noi intendiamo presentare unicamente uno spettacolo teatrale per la cui stesura e per il cui allestimento abbiamo tenuto conto delle conoscenze storiche e delle conseguenti riflessioni dedotte dalla bibliografia consultata. 

di Bruno Frusca

Continua a leggere...

2005 
ciapòmela come la vè... cantòmela

ciapòmela come la vè... cantòmela
Uno spettacolo dove la cultura e il dialetto bresciani e le vicende giornaliere si intrecciano con la storia. Alla fine bisogna accontentarsi di ciè che si ha e di quello che siamo. E quindi, come recita il titolo, "ciapòmela come la vè... cantòmela" 

di Bruno Frusca




2004 
l'uomo e la sua morte. 
Fu forse questa l'ultima notte del bandito Giuliano?

l'uomo e la sua morte Lo spettacolo vuole raccontare, senza alcuna pretesa storica, una ipotetica ultima notte del bandito Salvatore Giuliano.
Il bandito, sentendosi ormai braccato e con pochissime possibilità di sfuggire alla trappola tesagli dalle forze dell'ordine, viene preso dall'ossessione di morire in un modo che il popolo si ricordi di lui come "... Colui che ha lottato per i poveri, contro l'ingiustizia e la violenza del mondo...", costruendo un forzato parallelo tra la sua esistenza e quella di Gesù Cristo. 

di Giuseppe Berto

Continua a leggere...

2002 
sesto piano interno 14

sesto piano interno 14
Sesto piano, interno 14, è la rocca in cui Mario, grande uomo di scienza, si trincera, per sfuggire i luoghi comuni, le ipocrisie, la gente insomma, con le sue menzogne convenzionali. Mario, ripudiando il passato, gli studi, la carriera, il successo, il benessere, cerca una ideale libertà, solo accettando l'amicizia, il conforto, la fedele lealtà di un altro solitario, un barbone. 

di Marco Tesei




2002 
aria de primaèra

aria de primaèra
Il 23 Marzo 1849, mentre sui campi di Novara si decide la guerra e si verifica la sconfitta del Piemonte, la Leonessa insorge. Gli spiriti liberi della gioventù del tempo si raccolgono frementi per preparare la rivoluzione. L'aria de primaèra che si respira è il vento di libertà e di ribellione al giogo straniero, che il Risorgimento ha portato anche nella città di Brescia. 

di Bonardi - Induino - Ridolo



2000 
la cena

la cena

di Jean Claude Brisville




1999 
luci di Bohème

luci di Bohème

di Ramòn Maria del Valle-Inclàn


1998 
due single e una colf

due single e una colf

di Egidio Bonomi




Gruppo teatrale LA BETULLA

via Monte Dragoncello, 3 - 25075 Nave (BS)
info@betullateatro.it

© La Betulla. All rights reserved.