Spettacoli in cartellone

il gabbiano in concerto

il gabbiano in concerto Drammaturgia di Bruno Frusca da Anton Pavlovič Čechov e Pëtr Il'ič Čajkovskij
al pianoforte il maestro Nicola Morello
«Un soggetto per un breve racconto: sulla riva di un lago: vive fin dall'infanzia una giovinetta come voi; ama il lago come un gabbiano ed è felice e libera come un gabbiano. Ma giunge per caso un uomo, la vede, e, così tanto per passare il tempo, spezza la sua esistenza, come a questo gabbiano».

Continua a leggere...


se ci fosse luce

se ci fosse luce A 40 anni dalla strage di via Fani e dall'assassinio dell'onorevole Aldo Moro, questo spettacolo intende contribuire a far conoscere alle nuove generazioni, che non hanno vissuto quegli anni, e a far ricordare a quelli che "c'erano", ciò che accadde nel cuore di Roma il 16 marzo 1978 e quello che seguì fino al rinvenimento del cadavere di Moro la mattina del 9 maggio. Lo spettacolo solleva tutti i dubbi e le domande che attendono ancora una risposta nella convinzione che ogni passo in più verso la verità è un contributo al rafforzamento della democrazia. Una pièce che contiene tutta l'inesorabilità della tragedia greca alternando ritmi frenetici a momenti di un lirismo struggente.

Continua a leggere...

la chimica invisibile

la chimica invisibile La Chimica Invisibile è uno spettacolo teatrale che racconta la figura di alcune geniali donne del passato che hanno contribuito a scoperte straordinarie, partecipando in modo decisivo al progresso scientifico dell'intero genero umano. A ognuno dei sei monologhi sono affidate le vite di altrettante scienziate; questo spettacolo si propone di essere un'esortazione, rivolta a tutte le giovani donne, perchè esse intraprendano, con forza, un percorso scientifico che si spinga oltre i pregiudizi e gli stereotipi tipici della nostra società.
Le donne hanno solo bisogno di essere riconosciute, di essere guardate. Scorre davvero sotto la loro pelle una chimica invisibile forse a loro stesse, un flusso fatto di emozioni e materia che le imprigiona e allo stesso tempo le rende libere, le rende uniche.

Continua a leggere...

il Vangelo secondo Pilato

il Vangelo secondo Pilato Ponzio Pilato, governatore romano in Palestina, è alle prese con il caso di Gesù, da poco giustiziato. Non solo il cadavere è scomparso, ma circola la voce che Gesù sia riapparso vivo. Occorre smontare la leggenda di una resurrezione che avrebbe conseguenze imprevedibili per la Palestina, forse per tutto l'impero. Ha inizio una indagine serrata, carica di suspence: dove è nascosto il cadavere? Il protagonista delle apparizioni è un sosia? Chi sono i complici? Gesù è davvero morto sulla croce? Le domande si moltiplicano. Pilato indaga. Ma tutte le piste conducono sulla soglia di un mistero: il caso appare insolubile.

Continua a leggere...

sotto un ponte, lungo un fiume

sotto un ponte lungo un fiume Sotto un ponte, lungo un fiume affronta una delle contraddizioni più drammatiche della società contemporanea, la ricerca del progresso ad ogni costo. L'autore si inserisce nella riflessione filosofica e politica sull'autodistruzione umana, riconducendola al fondamentale conflitto tra una pericolosa ed alienante corsa al sempre di più e al sempre meglio, e il rifiuto, altrettanto pericoloso ed alienante, di ogni forma di progresso che allevi la fatica del vivere. Il tutto esemplificato nello scontro di due fratelli, che portano agli estremi queste due tendenze.

Continua a leggere...

il visitatore

il visitatore è la sera del 22 aprile 1938. Da un mese l'Austria è annessa al Terzo Reich. In Berggasse 19, celeberrimo indirizzo del suo studio, un Sigmund Freud invecchiato, affranto per la sorte della figlia Anna, portata via dalla Gestapo, riceve la visita di uno sconosciuto. Dio o un pazzo che si crede tale? Freud ci crede e non ci crede.

Continua a leggere...





Copenaghen

Copenaghen Niels Bohr, famoso fisico teorico danese, per metà; ebreo, vive a Copenaghen con la fedele e sollecita moglie Margrethe. è il 1941, l'occupazione nazista della Danimarca è in pieno corso e i Bohr ricevono l'inattesa visita dell'allievo più brillante e amato dell'uomo, Werner Heisenberg. Questi, ha accettato di collaborare con il regime nazista, che gli consente fra l'altro di proseguire le proprie ricerche, sicuro che esse potranno essere d'aiuto nel determinare l'esito della guerra in atto.

Continua a leggere...




dietro il ponte c'è un cimitero

dietro il ponte c'è un cimitero Non è necessario lasciare molto spazio alla fantasia. I fatti, raccontati nella loro tragica semplicità, già bastano a riempire i tempi che scandiscono il ritmo della narrazione. Noi dobbiamo solo prestare sagome in controluce, ombre, pause, silenzi e concitazione, dobbiamo fornire alla emblematicità dell'episodio la necessaria presenza, attraverso gli accordi corali, le distonie e le immagini...

Continua a leggere...



Gruppo teatrale LA BETULLA

via Monte Dragoncello, 3 - 25075 Nave (BS)
info@betullateatro.it

© La Betulla. All rights reserved.